Fra una bracciata e l’altra

Ok ragazzi, la stagione natatoria outdoor si sta avvicinando.

Per gli atleti più urbani significa piscina, ovviamente. Ecco perchè, per coltivare l’addome convesso guadagnato con sudore e fatica (della mandibola) durante le feste comandate, sarà opportuno dotarsi velocissimamente dell’indispensabile “Floating Spa Bar“.

Dai, bando alla pigrizia e via a nuotareeeeee

Garmin Fēnix 2

Garmin, ormai più che un marchio un sostantivo, ha appena lanciato il nuovo modello di GPS da polso. Il Fēnix 2

Per come è stato presentato sembrerebbe la panacea a tutti i “mali” da multisporter.

Questo cervellone da polso è infatti adatto a:

RUNNERS E TRAIL RUNNERS: si sostituisce ai classici GPS da polso con l’aggiunta di qualche nuova funzione (soprattutto per il trail)

NUOTO: traccia sia il nuoto libero che quello in vasca, contando le bracciate, lo stile, la distanza.

CICLISTA: fornisce informazioni dettagliate sulle prestazioni e tiene traccia della cadenza e della potenza tramite sensori opzionali che consentono di completare la misurazione delle prestazioni.

SCIATORE: Con le modalità Ski-board (per lo sci alpino e lo snowboard) e XC Ski (per quello di fondo) è in grado di registrare tempo e distanza percorse escludendo i tempi di risalita.

PARACADUTISTA: il fēnix 2 offre addirittura la possibilità di tracciare i dati di rateo planata.

Ovviamente si collega con i dispositivi Garmin ANT+™: daiGarmin Vector™ alla VIRB Elite per la quale funge da vero e proprio telecomando; dal sensore di temperatura tempe™, al sensore di velocità/cadenza.

Attraverso il sofisticato sensore Bluetooth® può collegarsi ad uno smartphone e sfruttare la funzione LiveTrack. Al termine della sessione la corsa verrà automaticamente memorizzata sulla piattaforma Garmin Connect.

 

L’accademia YouTube Speedo

Se nuoticchiate ma vorreste fare di più.

Se passate decine di minuti in apnea sbirciando i nuotatori esperti per carpirne i segreti e poi vi trascinate negli spogliatoi in preda a giramenti di testa a causa della carenza di ossigeno.

Se vi siete sempre chiesti perchè gli altri nuotatori non si fermano in mezzo alla corsia a tossire come dei tisici a causa del mezzo litro di acqua e cloro finito nei polmoni.

Se volete vedere un supermanzo depilato seminudo che nuota…

Speedo vi mette a disposizione sul suo canale Youtube una serie di brevi filmati (in un inglese abbastanza comprensibile anche a chi ha studiato ragioneria) in cui vengono illustrate le tecniche di nuoto divise per stile.

Date un’occhiata e poi tuffatevi senza paura!!!